CERCA NEL SITO
 Intervista all'Orto Botanico » Conservi qualche reperto importante o particolarmente raro? 
Conservi qualche reperto importante o particolarmente raro?   versione testuale
 
Conservo "la pianta più rara” del territorio messinese: il Limonium di Capo Alì (Limonium sibthorpianum) piccola pianta rupicola di Capo Alì (Messina), salvata dall’estinzione grazie ai miei collaboratori, che da oltre un decennio si occupano della sua riproduzione e conservazione.  E’ stata scelta come logo per rappresentarmi.
La pianta ritrovata” è invece la Salvia incisa (Salvia ceratophylloides),  endemica della colline sabbiose intorno a Reggio Calabria, ritenuta estinta da quasi un secolo, è stata ritrovata nel 2006  e riprodotta nei miei spazi, dove fiorisce e fruttifica regolarmente.
La pianta estinta in natura” è la Fontanesia (Fontanesia phylliraeoides), arbusto tipico del Mediterraneo centro-centrorientale, in Italia ritenuto estinto perché non più rinvenuto allo stato spontaneo.
Il fossile vivente mediterraneo” è la Felce bulbifera (Woodwardia radicans), una rara e rigogliosa felce relitta del Terziario che cresce in una località della Campania e in alcune forre umide della Calabria meridionale e della Sicilia nord-orientale. Le sue foglie possono raggiungere i 3 metri di lunghezza.
condividi su: Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie segnala questa pagina stampa questa pagina