CERCA NEL SITO
 Erbario 
ERBARIO   versione testuale
 
L’Erbario, strettamente legato all'Orto Botanico, è conservato presso la Sezione Botanica del Dipartimento di Scienze Chimiche, Biologiche, Farmaceutiche ed Ambientali (come raggiungerci) e comprende due importanti sezioni: l’Erbario Storico Siciliano e l’Erbario Moderno.
 
- L’Erbario Storico Siciliano è costituito da 8.481 campioni, raccolti nella seconda metà dell’800 e agli inizi del 900 prevalentemente nel territorio della provincia di Messina da illustri botanici quali Giuseppe Seguenza (1833-1889), Michele Lojacono Pojero (1853-1919), Leopoldo Nicotra (1846-1940), Antonino Borzì  (1852-1921), Giuseppe Zodda (1877-1968), Augusto Beguinot (1875-1940). Tale erbario costituisce una importantissima testimonianza della flora messinese di oltre cento anni fa e rappresenta inoltre una documentazione, unica nel suo genere, delle attività di ricerca effettuate sul territorio dagli studiosi dell’Ottocento. Tra i campioni presenti risultano alcune specie attualmente scomparse nel territorio, di cui si ha testimonianza solo grazie a tali exsiccata.
Più sotto c'è il link a una pagina dedicata alle biografie dei raccoglitori che hanno contribuito nel passato ad incrementare la consistenza dell'erbario.
 
- In tempi recenti si è avviato l’allestimento dell’Erbario Moderno che ha raggiunto oggi la consistenza di oltre 6000 campioni, la maggior parte dei quali provenienti da varie località della Sicilia e della Calabria.
 
Fanno parte dell'Erbario anche diverse altre raccolte, alcune in corso di sistemazione, tra cui:
- Collezione micologica di F. Mondello
- "Mycotheca Universalis" di deThuemen
- Erbario algologico storico
- Erbario algologico moderno
- Algues de France
- "Die Algen Europa's" di L. Rabenhorst
- Erbario di Padre F. Mirenna
condividi su: Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie segnala questa pagina stampa questa pagina